Prefetto casertano muore nella notte

Leopoldo Falco è stato stroncato da un malore. Da due mesi era in carica a Lucca

Leopoldo Falco

Lutto nel mondo delle istituzioni. E' stato stroncato da un malore nella sua casa di Carano, frazione di Sessa Aurunca, Leopoldo Falco, Prefetto di Lucca.

Falco, 64 anni, era in carica nella città toscana da appena due mesi. Nel corso della notte ha avvetito un malore che, secondo quanto riferisce AdnKronos, lo ha stroncato nel sonno. Sul posto sono intervenuti i carabinieri anche se, a quanto pare, le cause del decesso sarebbero naturali.

Falco era giunto a Lucca come capo dell’ufficio territoriale del governo, con una esperienza ai massimi livelli dell’amministrazione statale. Dal 2016 era stato vicedirettore dell’ufficio affari legislativi e relazioni parlamentari. Dal 2013 al 2016 è stato prefetto di Trapani. Nel 2012 ha presieduto la commissione straordinaria al Comune di Salemi. In Toscana aveva vissuto una delle prime esperienze professionali della sua carriera, lavorando dal 1982 al 1985 nella Prefettura di Pistoia come responsabile delle divisioni III, IV e V (assistenza e lavori pubblici) e capo ufficio di gabinetto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento