Precari nella sanità, il MoPASS chiede la riapertura del tavolo tecnico con Regione e sindacati

A livello regionale è infatti ancora fermo il processo di stabilizzazione dei precari

Il MoPASS (movimento dei precari atipici e subordinati della sanità), insieme ai sindacati di categoria, ha ribadito la propria richiesta di incontro per discutere della proposta tecnica di stabilizzazione dei precari della sanità pubblica, già inviata al Governatore della Campania Vincenzo De Luca. Una scelta che appare legittimata dalla recente circola del ministro Marianna Madia, la n.3/2017, che ha nuovamente legiferato in materia precariato accorrendo in soccorso dei lavoratori sia del comparto che della dirigenza con forme di lavoro atipico il cui percorso di stabilizzazione era bloccato. A livello regionale infatti è ancora fermo il processo di stabilizzazione dei precari che riguarda figure professionali con varie tipologie contrattuali a tempo determinato (co.co.co, co.co.pro) e flessibili.

Lo scorso 23 ottobre un tavolo tecnico rappresentativo di tutte le sigle sindacali aveva già inviato, in risposta ad una richiesta del governatore De Luca, una “proposta tecnica di stabilizzazione”. Il MoPASS con fermezza chiede al Governatore De Luca di riaprire il tavolo tecnico con i sindacati per una contrattazione istituzionale sulla modalità di stabilizzazione. “La sensazione – spiegano dal movimento dei precari atipici e subordinati della sanità - è che dopo questo ennesimo gesto eclatante dell’intersindacale, tutte le sigle sindacali ed i vari professionisti precari siano pronti a percorrere strade più incisive di contestazione anche attraverso uno sciopero”.

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

Torna su
CasertaNews è in caricamento