“Chi non rispetta mio fratello lo uccido”. La frase choc intercettata in carcere

Il colloquio tra Achille Piccolo ed Antonio Letizia

“Allora sta mio fratello fuori, chi non mi rispetta a mio fratello io lo uccido. Non tengo nulla a che vedere con nessuno. Chi non rispetta a mio fratello lo uccido”. E’ la drammatica frase intercettata in carcere durante un colloquio tra il boss Achille Piccolo ed Antonio Letizia, che commentano l’atteggiamento di Pasquale Piccolo volto ad ‘esautorare’ Andrea Letizia dalle attività dell’organizzazione, fatto questo ritenuto gravemente oltraggioso per l’onorabilità del clan Piccolo/Letizia. Il dialogo è agli atti dell’inchiesta che ha portato nei giorni scorsi all’arresto di 30 persone tra Marcianise e l’hinterland.

“Quello là mi è cognato” commenta Achille Piccolo mentre parla con Andrea Letizia “tu già non hai portato rispetto a me. Prima di tutto non si dice questo, poi quello mi è cognato. Che stai capendo, tu a me già hai fatto una mancanza adesso dove vuoi arrivare, adesso glielo mandai a dire…”. “Ha bruciato la macchina a quello. E se quello incendia la macchina nostra…” risponde Antonio. “Non esiste proprio. Io penso a questo punto qua io intervengo a livello perché io e te ci rispettiamo, adesso cosa azzecca quello che sta sbagliando, lo mettiamo a posto a questo..”.

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento