Vuole vendere l'oro dei figli per comprare la droga, la moglie si oppone e la riempie di botte

Il 26enne è stato arrestato dopo la denuncia della donna stanca di subire le aggressione

Gli agenti del commissariato di Castel Volturno diretto dal vice questore Luigi Graziano hanno arrestato, nella serata di venerdì, il 26enne serbo S. S. con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti della moglie coetanea in presenza di figli di giovane età. Inoltre il 26enne è accusato di una serie di estorsioni commesse per procacciarsi la droga (in particolare crack ed eroina) di cui faceva uso quotidiano.

Gli agenti del commissariato intervenivano venerdì pomeriggio dopo la richiesta di aiuto di una donna con forte accento dell'Est Europa che riferiva di essersi rifugiata dalla madre per sfuggire alle ennesime percosse inflitte dal marito che pretendeva l'elargizione di somme sempre più elevate e di alcuni monili d'oro, dono di parenti ai figli appena nati. Al rifiuto della donna, la stessa è stata prima pesantemente minacciata e poi picchiata dlal'uomo con pugni e schiaffi, tanto che si è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto soccorso della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno, accompagnata dagli agenti: i medici le hanno diagnosticato una contusone al volto ed al ginocchio destro.

Le indagini condotte dalla po'lizia, con l'escussione oltre che delle vittima anche di alcuni testimoni, permettevano di acquisire una serie di gravi indizi di colpevolezza in caso al 26enne serbo.

La donna, portata negli uffici del commissariato, appariva in un primo momento in preda ad un comprensibile terrore e, rassicurata dagli agenti, ha denunciato tutti i fatti, riferendo di essere vittima del marito da molti anni e che, a causa della sua tossicodipendenza, aggravatasi nel corso degli anni, pretendeva sempre somme di denaro più elevate, e quando in casa non vi erano più soldi,  voleva sottrarle i monili di oro dati in dono dai parenti ai loro figli. L'ennesimo rifiuto della donna ha scatenato la reazione violenta dell'uomo che è stato arrestato e condotto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento