Opere pubbliche, via libera al piano da 11 milioni di euro

Tra i provvedimenti un asilo nido, il ‘parco della legalità’ e la piscina comunale

Il sindaco di Lusciano Nicola Esposito

Nell'ultima riunione di giunta del 2017 a Lusciano è stato approvato il piano triennale delle opere pubbliche 2018-2020. L'esecutivo guidato dal sindaco Nicola Esposito ha dato quindi il via libera anche al piano annuale del 2018 che prevede interventi per oltre 11 milioni di euro.

Si parte dalla costruzione di un asilo nido, col primo lotto di 361mila euro che arrivano nelle casse dell'Ente grazie ad un mutuo già contratto con la Cassa Depositi e Prestiti. Poi ci sarà il rifacimento dei servizi igienici della scuola elementare di via Boccaccio (61mila euro) e la realizzazione del prolungamento di via delle Margherite (390mila euro). Con capitale di imprenditori privati e quindi con un Project Financing sarà anche ampliato il cimitero comunale (intervento da quasi 4,7 milioni di euro). Quindi si parla del Piano di insediamenti produttivi in via 11 Settembre: 2 milioni e mezzo di euro derivanti da un mutuo (630mila euro) e quasi 2 milioni dalla vendita dei lotti di terreno. Sarà inoltre realizzato il 'Parco della Legalità' sull'area confiscata al confine con Aversa e anche questo è un progetto da oltre un milione di euro (precisamente 1,3 milioni). Un finanziamento regionale giunto grazie a fondi europei garantirà inoltre l’efficientamento energetico dell'impianto di pubblica illuminazione (1,8 milioni di euro) mentre un altro finanziamento regionale di 478mila euro garantirà il rifacimento del manto stradale in viale della Libertà.

Nel 2019 invece è previsto l'adeguamento strutturale della scuola elementare di via Boccaccio per un totale di 770mila euro giunti da un finanziamento regionale. E poi ci sarà un milione e 600mila euro che servirà per la riqualificazione di via Marconi e del prolungamento di via Acerbo.

Nel 2020 invece c'è l'opera più difficile ma sicuramente più interessante per la comunità: la realizzazione della piscina comunale. Un progetto da 4 milioni di euro che arriveranno in parte dal trasferimento di immobili (600mila euro) e in gran parte da capitale privato (3,4 milioni).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento