Pestaggio con il tirapugni: assolti il figlio ed i nipoti dell'ex sindaco

La sentenza del giudice per la lite con due rivali. I Nuzzo vittime di pedinamenti e aggressioni

L'ex sindaco di San Felice a Cancello Emilio Nuzzo

Erano finiti a processo per lesioni aggravate, porto di un'arma e minacce. Si è concluso con l'assoluzione il processo a carico di Umberto Nuzzo, 23 anni figlio dell'ex sindaco di San Felice a Cancello Emilio Nuzzo, e dei suoi cugini Pasquale ed Umberto Nuzzo, di 25 e 30 anni.

La sentenza è stata pronunciata stamattina dal giudice Meccariello del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. I fatti per i quali i tre giovani sanfeliciani erano finiti sotto processo si sono verificati nel novembre del 2016 quando, nei pressi dell'abitazione di Nuzzo, i tre, dopo una serie di alterchi e provocazioni, avrebbero malmenato due rivali, di 26 e 56 anni. Secondo la tesi accusatoria gli imputati avrebbero utilizzato anche un “tirapugni” per provocare maggiori sofferenze alle vittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo una intensa istruttoria e dopo la richiesta di condanna formulata dal pm i difensori dei giovani Nuzzo, gli avvocati Alberto Martucci e Felice Medici, hanno dimostrato che in realtà furono i loro assistiti a subire pedinamenti, persecuzioni e aggressioni, riportando altresì traumi e lesioni. Il giudice, quindi, ha pronunciato sentenza assolutoria per tutti e tre gli imputati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

Torna su
CasertaNews è in caricamento