‘Pandora’ falsi in gioielleria, dopo la perizia arriva la svolta

Disposto il dissequestro di tutta la merce finita nel mirino

“Quei gioielli sono originali”. Potranno tirare adesso un sospiro di sollievo i titolari della gioielleria “Il Diamante” di Sant’Arpino che sono finiti sotto inchiesta per un presunto giro di falsificazione di gioielli Pandora che ha portato la Procura della Repubblica di Napoli Nord a chiedere ed ottenere il sequestro della merce. Ma l’incidente probatorio ha fugato ogni dubbio: quei gioielli erano originali e non contraffatti. In seguito a questi risultati, l’avvocato Enzo Guida per conto della famiglia D’Errico proprietaria della gioielleria ha presentato un’istanza di dissequestro che è stata accolta dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli Nord. L’inchiesta partì nel 2016 e portò al sequestro dei prodotti Pandora della nota gioielleria sita in Via Gentile a Sant’Arpino ed alla denuncia ai danni dei D’Errico. Ora un primo punto fermo con il riscontro positivo sull’autenticità dei prodotti.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Tenta strage con l’auto alla stazione e ferisce 2 donne casertane I FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Schianto sull'Asse Mediano, muore motocicilista

  • Agguato con la pistola contro tre persone, arrestato dopo il blitz in casa

  • 3 ARRESTI Pizzo alla ditta di caffè, in manette fedelissimo di Iovine

Torna su
CasertaNews è in caricamento