Chiesta una condanna per la morte di 'Mal'

Automobilista rischia due anni e mezzo

Antonio Varricchione

Una richiesta di condanna ed una assoluzione. E’ questa la richiesta del magistrato della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di due automobilisti finiti sotto processo per la morte di Antonio Varricchione, 57 anni, da tutti conosciuto come ‘Mal’ rimasto vittima di un drammatico incidente stradale avvenuto nel 2010 a Piedimonte Matese. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna a 2 anni e sei mesi per Claudo C. (rappresentato dall’avvocato Luca Di Caprio) che era alla guida della vettura che ha investito la Renault Twingo e l’assoluzione per Alberto L. (Difeso dall’avvocato Paolo Falco) che era alla guida di un’altra vettura che, in fase di sorpasso, era riuscito ad evitare di poco l’impatto con la vettura della vittima. L’incidente avvenne sulla strada provinciale Alife-Piedimonte nei pressi dell’ex distributore di benzina della Fina: la vettura di Varricchione si ribaltò dopo l’impatto, provocando la morte dell’automobilista. A metà luglio sono in programma le arringhe degli avvocati difensori, poi sarà emessa la sentenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento