Omicidio Ruggiero, il pm: "Ergastolo per il killer"

Si è conclusa pochi minuti fa la requisitoria del pubblico ministero Petronella

Il killer Ciro Guarente ed la vittima Vincenzo Ruggiero

"Ergastolo". Il pubblico ministero Petronella ha invocato la pena massima per Ciro Guarente, il killer di Vincenzo Ruggiero, il 25enne di Parete ucciso e fatto a pezzi lo scorso anno. 

Si è conclusa pochi minuti fa la discussione delle parti al processo che si sta celebrando, con rito abbreviato, dinanzi al gup Finamore del Tribunale di Napoli Nord. Guarente, ex dipendente della Marina Militare, ha confessato l'omicidio ma proprio per l'efferatezza e la particolare crudeltà il pm ha invocato la massima condanna: fine pena mai. Il legale di Guarente, Dario Cuomo, invece, ha chiesto la concessione delle attenuanti generiche, proprio in virtù della confessione e del fatto che Guarente ha tirato in ballo altre persone (tra cui Francesco De Turris a giudizio con il rito ordinario). La sentenza è attesa per le prossime ore.

L'omicidio di Vincenzo Ruggiero fu efferato. Quella sera del 7 luglio dell'anno scorso Guarente si presentò nell’appartamento di Aversa, dove Vincenzo abitava con la bella trans Heven Grimaldi (legata da una relazione proprio a Guarente) per un chiarimento con Vincenzo, terminato in una lite che provocò la morte del 25enne che venne fatto sparire.

Quello di Vincenzo doveva sembrare un “allontanamento volontario”. Poi, il 29 luglio, il macabro ritrovamento dei resti di Ruggiero in un garage di via Scarpetta a Ponticelli, una volta adibito ad autolavaggio. Il cadavere era stato sezionato, cosparso di acido muriatico e in parte occultato sotto uno strato di cemento fresco. 

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Cattivi odori dal bidone della spazzatura? Ecco come pulirlo e igienizzarlo

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

Torna su
CasertaNews è in caricamento