Ucciso per aver rubato bufale: 3 boss condannati

Il giudice ha condannato D'Alessandro, Iovine e Cicciariello. Rinvio a giudizio per Walter Schiavone

Cicciariello e Iovine sono stati condannati

Tre condanne per l'omicidio di Luigi Capone avvenuto a Grazzanise nell'ambito della faida interna al clan dei Casalesi tra il gruppo di Francesco Schiavone e quello di Antonio Bardellino.

Secondo quanto riferito da Andkronos il gup del tribunale di Napoli, dopo la richiesta di rito abbreviato, ha condannato a 10 anni ciascuno i due collaboratori di giustizia Cipriano D'Alessandro ed Antonio Iovine, o' Ninno; mentre 20 anni sono stati inflitti a Francesco Schiavone alias Cicciariello che ha ammesso la sua partecipazione all'omicidio. Ha scelto, invece, il rito ordinario Walter Schiavone che è stato rinviato a giudizio.

La vittima, secondo la ricostruzione dell'accusa, fu ammazzata perché aveva rubato dei capi di bestiame e la nuova fazione di Schiavone dopo la morte di Bardellino voleva il predominio sul territorio. L'omicidio è avvenuto nel 1988.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Schianto al passaggio a livello, ferito noto artista | FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Colpo nella gioielleria del centro commerciale, ladri in fuga col bottino

Torna su
CasertaNews è in caricamento