"Ergastolo per il professore". Il pm non fa sconti per il killer

Chiesto il massimo della pena con tutte le aggravanti

Biagio Buonomo, Anastasiia ed il professore Perale nel riquadro

Ergastolo. E’ questa la richiesta che il pubblico ministero Giorgio Gava della Procura della Repubblica di Venezia ha avanzato per il professore Stefano Perale, accusato di aver attirato in trappola Biagio Buonomo jr di Sant'Arpino e Anastasiia Shakurova.

Nonostante la richiesta di rito abbreviato dell’imputato, dunque, la Procura ha chiesto il massimo della pena, con il riconoscimento di tutte le aggravanti che gli vengono contestate.

La richiesta è arrivata al termine dell’udienza nel corso della quale è stato ascoltato il perito Rivellini ha confermato l’esclusione di ogni infermità psichica dell’imputato.

Il processo è stato aggiornato a metà luglio quando saranno chiamati a discutere gli avvocati delle parti civili (Raffaele Costanzo e Michele Maturi) e dell’imputato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento