Muore dopo intervento in ospedale

L'operazione è andata bene, poi la situazione è peggiorata

Il piede che va in cancrena, la corsa all’ospedale di Caserta, l’amputazione della gamba, l’infezione e quindi la morte in un letto del nosocomio, lontana dagli affetti personali. Se n’è andata così N. M. Z., 53enne di Trentola Ducenta con numerosi parenti anche a San Marcellino. La donna conviveva da anni col diabete, ma nella giornata di ieri le sue condizioni si sono aggravate improvvisamente. La 53enne è arrivata all’ospedale di Caserta già in condizioni disperate: piede in cancrena e medici che prima provano ad aiutare la donna e poi comunicano ai familiari la necessità dell’amputazione dell’arto. Ore ed ore in sala operatoria ma i medici escono col sorriso: l’intervento è andato bene. Bisognava attendere solamente 24 ore per una presunta infezione. Ma c’è qualcosa che non va, e infatti la 53enne poco prima della mezzanotte va in arresto cardiaco. Immediato il ricovero in terapia intensiva: qui la donna saluterà il mondo terreno per raggiungere chi in passato ha già lasciato questa terra. Alle 6 di stamattina l’ultimo sospiro, tra la disperazione dei parenti. Il corpo è ancora all’ospedale di Caserta nella sala mortuaria, ma domattina sarà trasferito a Trentola Ducenta dove alle 12 si terrà il funerale nella chiesa di San Michele Arcangelo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Pizzo e droga, 49 indagati. Ci sono un poliziotto ed Ivanhoe Schiavone

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

Torna su
CasertaNews è in caricamento