Blitz dei vigili contro il ‘sacchetto selvaggio’, multati i commercianti

L’operazione ha visto scendere in strada anche il sindaco e l’assessore

Blitz della polizia municipale nelle attività commerciali di Sant’Arpino: controllati i sacchetti dell’immondizia, chi non ha rispettato il corretto conferimento dei rifiuti è stato multato. Stamattina con i vigili urbani è sceso in strada anche il sindaco Giuseppe Dell’Aversa che ha dato un messaggio importante a tutta la cittadinanza: “Controlliamo strada per strada, busta per busta. Chi conferisce male, senza rispettare le regole, viene multato”. 

I primi controlli sono avvenuti stamane nelle strade del corso atellano, in compagnia anche dell’assessore all’Ambiente Caterina Tizzano e con gli operatori della ditta Barbato che svolge il servizio di raccolta rifiuti. 

“Abbiamo bussato alle porte e controllato anche nei contenitori – ha affermato Dell’Aversana - Non ci fermiamo mai. Ci teniamo al decoro del paese e al corretto conferimento dei rifiuti differenziati e per questo motivo abbiamo un nucleo di polizia urbana che controlla ed ha già multato diversi esercenti. Continuiamo e continueremo a lottare per avere un paese pulito. A breve delle telecamere ci consentiranno di scoprire anche i delinquenti che scorrettamente depositano rifiuti in strada fuori da ogni regola. Oggi il controllo ha funzionato, molti cittadini hanno apprezzato e ci hanno incoraggiato ad andare avanti. Aiutateci a tenere il paese pulito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento