Movida violenta, vertice in Prefettura: più controlli nel weekend

Prevista anche un'ordinanza per lo stop alle bottiglie in vetro

Si è svolta questa mattina in Prefettura a Caserta l’atteso incontro del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza che si è occupato del caso Movida ad Aversa. A volere fortemente la convocazione è stato il sindaco della città normanna Enrico De Cristofaro, accompagnato dal consigliere comunale Michele Galluccio e dal comandante della Polizia Municipale Stefano Guarino.

Al tavolo tecnico hanno partecipato anche il prefetto Raffaele Ruberto e il questore Antonio Borrelli. I presenti hanno lavorato per trovare una sinergia sul coordinamento dei controlli per le zone della Movida aversana. Il punto di incontro è stato trovato con un tavolo tecnico con polizia, carabinieri e vigili urbani che si coordineranno maggiormente sul territorio, con controlli ancora più frequenti nelle sere di maggiore affollamento.

Inoltre il sindaco De Cristofaro firmerà a breve un’ordinanza per limitare il consumo di alcol dopo una certa ora della notte, oltre al divieto di somministrare bevande alcoliche fuori dai locali delle zone del centro e il divieto di uso dei contenitori in vetro. mossa per cercare di stroncare gli episodi di violenza che da tempo ormai si susseguono all’esterno dei locali della Movida aversana.

LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO - “Grazie alla riunione del comitato ordine e sicurezza convocato per questa mattina dal Prefetto di Caserta abbiamo ottenuto un buon risultato”. Queste le parole del sindaco Enrico de Cristofaro a margine dell’incontro.

“Nasce ad Aversa un tavolo tecnico permanente presso il Commissariato di Polizia e composto da tutte le forze dell’ordine presenti in città per una pianificazione coordinata in tema di ordine pubblico e soprattutto movida. La nostra amministrazione è da sempre attenta al tema della movida e soprattutto siamo in prima linea nella lotta alla mala-movida. Ho ringraziato il Prefetto di Caserta per averci ascoltato. Nel corso dell’incontro ho rivendicato la possibilità dell’intensificazione di uomini e mezzi delle forze dell’ordine”.

“Questa Amministrazione Comunale, che ha posto particolare cura ed attenzione alle problematiche connesse alla movida – ha detto ancora de Cristofaro - da molto tempo ha attivato un servizio notturno della Polizia Municipale per intensificare i controlli delle zone interessate e degli esercizi pubblici che operano nel centro storico. Gli sforzi ad oggi compiuti, purtroppo, non risultano sufficienti a garantire la sicurezza pubblica nelle zone in questione che diventano quotidianamente teatro di risse ed atti vandalici. Con le risorse umane a disposizione di questo Ente, peraltro preposte al controllo della mobilità e delle zone a traffico limitato, nonché degli esercizi pubblici, non si riesce a fronteggiare le situazioni di pericolo la cui frequenza è ormai divenuta allarmante. Non ci sottraiamo al nostro lavoro, ma siamo consapevoli che abbiamo bisogno di una mano. Maggiori uomini e mezzi sul nostro territorio ci garantirebbero ordine e sicurezza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento