Muore dopo il volo dall'impalcatura, 2 davanti al giudice

Sotto processo il titolare dell'impresa ed il responsabile della sicurezza sul cantiere per il decesso di Antonio Letizia

L'operaio morto dopo il volo nel cantiere

Sono due le persone sotto processo per la morte di Antonio Letizia, l'operaio edile morto nel 2015 dopo essere caduto da un'impalcatura in un cantiere a San Leucio. Alla sbarra ci sono R.S., titolare della ditta di costruzioni, con sede a San Nicola la Strada, e C.M., responsabile della sicurezza. 

I fatti di cui al processo si sono verificati in via dei Tessitori il 13 marzo del 2015. Letizia era impegnato, come ogni mattina, in un cantiere per la realizzazione di nuovi edifici residenziali quando cadde rovinosamente da un'impalcatura. Morì dopo circa un mese in Ospedale per le grafi ferite riportate in seguito all'incidente sul lavoro.

Il processo riprenderà dinanzi al giudice Crisci del tribunale di Santa Maria Capua Vetere a metà dicembre. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Paolo Sperlongano, Isabella Casapulla e Claudio Pascariello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

Torna su
CasertaNews è in caricamento