Esplosione in casa, muore in ospedale

La vittima era rimasta ustionata nella deflagrazione di un impianto a gas

Non ce l’ha fatta Marko X., il 45enne albanese rimasto gravemente ustionato nello scoppio di un impianto di riscaldamento a gas realizzato ‘in casa’, nel suo casolare di via Masseria Riccio a Polvico, frazione di San Felice a Cancello.

L’incidente era avvenuto nella notte tre il 28 febbraio e il primo marzo scorso: Marko era stato immediatamente trasportato in ospedale, al Cardarelli di Napoli, dove dopo due settimane di strenua lotta è spirato.

Marko e i suoi familiari, moglie e tre figli, vivevano in un vecchio casolare in pessimo stato di conservazione a Polvica. Al suo interno il 45enne aveva costruito un rudimentale impianto di riscaldamento a gas: quella notte, probabilmente per un guasto, una deflagrazione ha ustionato il padre di famiglia, morto questa mattina nel nosocomio napoletano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento