Esplosione in casa, muore in ospedale

La vittima era rimasta ustionata nella deflagrazione di un impianto a gas

Non ce l’ha fatta Marko X., il 45enne albanese rimasto gravemente ustionato nello scoppio di un impianto di riscaldamento a gas realizzato ‘in casa’, nel suo casolare di via Masseria Riccio a Polvico, frazione di San Felice a Cancello.

L’incidente era avvenuto nella notte tre il 28 febbraio e il primo marzo scorso: Marko era stato immediatamente trasportato in ospedale, al Cardarelli di Napoli, dove dopo due settimane di strenua lotta è spirato.

Marko e i suoi familiari, moglie e tre figli, vivevano in un vecchio casolare in pessimo stato di conservazione a Polvica. Al suo interno il 45enne aveva costruito un rudimentale impianto di riscaldamento a gas: quella notte, probabilmente per un guasto, una deflagrazione ha ustionato il padre di famiglia, morto questa mattina nel nosocomio napoletano.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento