Esplosione in casa, muore in ospedale

La vittima era rimasta ustionata nella deflagrazione di un impianto a gas

Non ce l’ha fatta Marko X., il 45enne albanese rimasto gravemente ustionato nello scoppio di un impianto di riscaldamento a gas realizzato ‘in casa’, nel suo casolare di via Masseria Riccio a Polvico, frazione di San Felice a Cancello.

L’incidente era avvenuto nella notte tre il 28 febbraio e il primo marzo scorso: Marko era stato immediatamente trasportato in ospedale, al Cardarelli di Napoli, dove dopo due settimane di strenua lotta è spirato.

Marko e i suoi familiari, moglie e tre figli, vivevano in un vecchio casolare in pessimo stato di conservazione a Polvica. Al suo interno il 45enne aveva costruito un rudimentale impianto di riscaldamento a gas: quella notte, probabilmente per un guasto, una deflagrazione ha ustionato il padre di famiglia, morto questa mattina nel nosocomio napoletano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Muore a 21 anni dopo lo schianto: condannata l'amica

  • Attualità

    In 10mila per don Diana. Polemica per l'assenza delle istituzioni

  • Cronaca

    Intasca soldi dal Comune e li fa scomparire all’estero

  • Cronaca

    Finanza in Comune: acquisiti gli atti sull'appalto rifiuti

I più letti della settimana

  • Si lancia dall'Acquedotto Carolino, un biglietto trovato nell'auto della maestra

  • Avvocato si schianta in moto, una città intera col fiato sospeso

  • Camion fermato in autostrada: la Finanza scopre il trucco, 6 denunciati | FOTO

  • Mamma e figlio muoiono a distanza di pochi minuti

  • Donna si lancia nel vuoto dall'Acquedotto Carolino

  • "La pacchia è finita", l'ira degli attivisti contro Salvini: "Lo denunciamo"

Torna su
CasertaNews è in caricamento