Due comunità in lutto per la morte di don Cosma Capomaccio

Domani i funerali del sacerdote. Il ricordo dei sindaci di Sessa Aurunca e Cellole

Don Cosma Capomaccio

Si è spento don Cosma Capomaccio, sacerdote che per anni ha guidato la comunità di Cellole dove è stato pastore della chiesa di San Marcoi e San Vito. Per molti anni ha diretto il coro della Cattedrale di Sessa Aurunca. I funerali si celebreranno domani, 20 agosto, alle 11 presso la Cattedrale di Sessa Aurunca, dove il sacerdote viveva.

"Addio a Don Cosma Capomaccio, uno dei Padri Nobili di questo Territorio. Sacerdote esemplare e uomo di cultura, appassionato di storia ed esperto di arte sacra - ha detto il sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso - Cantore della preziosità della Nostra Cattedrale, fondatore ed animatore del C.S.I. negli anni ‘60 e della Cappella Petrina negli anni ‘80. Un pezzo di storia Aurunca. Una vita intensa, fatta di alto rigore umano e morale a cantare la bellezza con sensibilità e rispetto del prossimo. Mancherà agli mici, alla Città, ai Confratelli". 

"Uomo di profonda cultura e rigore, autentico pilastro della nostra comunità a cui ha dato un contributo fondamentale di crescita, nella Fede come nella Cultura - ricorda il sindaco di Cellole Cristina Compasso -  Tra i suoi libri "Pagus Cellularum" è la storia del nostro popolo, della nascita come comune autonomo, dell'origine del termine. Lascia un vuoto incolmabile".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

  • "Ora comando io, paga o ti blocco i carri". Arrestati 2 estorsori

  • La morsa del maltempo non lascia la provincia di Caserta: prorogata l'allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento