Dario è morto a 17 anni: si era svegliato dal coma chiedendo di vedere Juventus-Napoli

La sua storia aveva fatto emozionare tutti

Dario, il giovane tifoso del Napoli originario di Castel Volturno

Non ce l'ha fatta Dario, il giovanissimo tifoso azzurro, di appena 17 anni, che lo scorso 29 settembre, appena svegliatosi dal coma, chiese ai medici di fargli vedere la partita Juventus-Napoli. Il giovane, originario di Castelvoltuno, uno dei comuni del Casertano che si trovano nella cosidetta "terra dei fuochi", si e' spento nell'ospedale Moscati di Avellino, dove era ricoverato, circondato dai suoi cari, per una grave malattia. I suoi familiari hanno rispettato il suo credo calcistico, che lo ha sostenuto in questi anni difficili durante i quali ha combattuto contro la malattia, ed hanno scelto di seppellirlo con la tuta della squadra del cuore. Anche il vice presidente del Napoli, Edoardo de Laurentiis, secondo quanto scrive l'Ansa, che non ha mai fatto mancare il suo supporto, ha inviato un messaggio di cordoglio ai suoi parenti. I funerali di Dario si terranno a Caivano, in provincia di Napoli, citta' dov'e' nata la madre. A celebrarli sara' il parroco antiroghi don Maurizio Patriciello.

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • ADDIO GIANCARLO Fissati i funerali del tabaccaio casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

  • Un generale dei carabinieri nel Comune guidato dal commissario

Torna su
CasertaNews è in caricamento