Dario è morto a 17 anni: si era svegliato dal coma chiedendo di vedere Juventus-Napoli

La sua storia aveva fatto emozionare tutti

Dario, il giovane tifoso del Napoli originario di Castel Volturno

Non ce l'ha fatta Dario, il giovanissimo tifoso azzurro, di appena 17 anni, che lo scorso 29 settembre, appena svegliatosi dal coma, chiese ai medici di fargli vedere la partita Juventus-Napoli. Il giovane, originario di Castelvoltuno, uno dei comuni del Casertano che si trovano nella cosidetta "terra dei fuochi", si e' spento nell'ospedale Moscati di Avellino, dove era ricoverato, circondato dai suoi cari, per una grave malattia. I suoi familiari hanno rispettato il suo credo calcistico, che lo ha sostenuto in questi anni difficili durante i quali ha combattuto contro la malattia, ed hanno scelto di seppellirlo con la tuta della squadra del cuore. Anche il vice presidente del Napoli, Edoardo de Laurentiis, secondo quanto scrive l'Ansa, che non ha mai fatto mancare il suo supporto, ha inviato un messaggio di cordoglio ai suoi parenti. I funerali di Dario si terranno a Caivano, in provincia di Napoli, citta' dov'e' nata la madre. A celebrarli sara' il parroco antiroghi don Maurizio Patriciello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento