Nudo scappa sul balcone e minaccia il suicidio

Il giovane fermato dall'intervento dei carabinieri: aveva picchiato genitori e fidanzata

Sono dovuti intervenire carabinieri, vigili del fuoco, personale sanitario ed un team di negoziatori per fermare i propositi suicidi di un giovane di 29 anni, che nella mattinata di lunedì ha scatenato il panico in via Isonzo, a Cesa.

Il ragazzo, in evidente stato di alterazione psichica, era andato in escandescenze  senza un apparente motivo, percuotendo ripetutamente in casa i genitori e la fidanzata.

Dopo che la ragazza e i genitori avevano lanciato l’allarme, il giovane si era quindi denudato ed era riuscito a scappare dall’appartamento, arrampicandosi sul tetto di un immobile vicino casa e calandosi poi sul balcone di un appartamento vuoto e chiuso dall’interno.

Sul posto si precipitavano quindi i carabinieri della Compagnia di Aversa, guidati dal maggiore Terry Catalano. Approfittando del lavoro dei negoziatori, che distraevano il 29enne, un team di 7 militari effettuava quindi un blitz nell’appartamento, riuscendo silenziosamente ad entrare e a bloccare il giovane in stato di psicosi. 

Il ragazzo è stato quindi sottoposto alle cure dei sanitari, che lo hanno tranquillizzato prima di trasferirlo all’ospedale Moscati di Aversa, dove è ricoverato nel reparto di psichiatria per ulteriori controlli. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

Torna su
CasertaNews è in caricamento