Non paga debito di 30mila euro, gli legano una corda al collo e minacciano di ucciderlo

I carabinieri di Casal di Principe hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per tre persone

I Carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dalla Dda di Napoli, hanno dato esecuzione a Formia ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale presso la Procura della Repubblica di Napoli - Dda, nei confronti di E. D. M., 30enne ritenuto responsabile del reato di sequestro di persona a scopo di estorsione, in concorso con il 50enne A. T.  e con il 24enne E. T., già destinatari della stessa misura detentiva.

L’attività, coordinata dal Pubblico ministero, ha dimostrato che nel febbraio scorso, i tre, a vario titolo, dopo un appuntamento davanti a un bar di Casal di Principe, avevano costretto la vittima a salire sulla loro autovettura. Dopo una sosta a scopo intimidatorio a casa del malcapitato a Formia, giungevano nei pressi di un laghetto a Castel Volturno, ove impugnando due pistole, lo minacciavano di morte, legandogli al collo un corda alla cui estremità era fissato un grosso sasso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo dopo aver promesso il pagamento di un debito di droga, ammontante a circa 30 mila euro, la vittima veniva liberata. Tale quadro accusatorio ha consentito l’esecuzione dell’odierno provvedimento e l’accompagnamento presso il carcere di Cassino del destinatario della misura cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

Torna su
CasertaNews è in caricamento