Medico minacciato in ospedale dai parenti di un paziente

L'episodio al 'Moscati' di Aversa, nel mirino un pediatra. Graziano: "Valutare il ripristino della vigilanza"

Medici ancora una volta nel mirino negli ospedali della provincia di Caserta. Questa notte l’ennesimo episodio, con gravi minacce rivolte ad un pediatra, è avvenuto all’interno dell’ospedale ‘Moscati’ di Aversa. La pediatra, l’unica di turno per coprire la notte per pronto soccorso, reparto e sala parto, è stata avvicinata e minacciata mentre stava visitando un paziente dai parenti di un bambino in attesa.

Una vicenda sulla quale è intervenuto anche Stefano Graziano, presidente della commissione regionale Sanità, che ha espresso solidarietà al medico: “Per me la sicurezza degli operatori sanitari rappresenta una priorità. Negli anni scorsi, al Moscati abbiamo ottenuto la riapertura del drappello di polizia che era stato soppresso ma ciò evidentemente non basta. Chiederò all'Asl di valutare il ripristino della vigilanza nei pressi del reparto per permettere a chi lavora, in una situazione difficile, di sentirsi più sicuro. Per quel che riguarda la carenza di personale è già in corso un bando per assumere 3 pediatri. Chiederò che almeno 2 vadano ad Aversa perché non è accettabile che al Moscati ci sia un solo medico a coprire il turno di notte per pronto soccorso, reparto e sala parto. Ciò nelle more delle altre procedure di assunzione e stabilizzazione che sarà possibile porre in essere nel 2019”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento