Bambino morto dopo operazione in clinica, il pm: condannate i 2 medici

Sono accusati di aver procurato la morte di Mario Palla

Mario Palla, il bambino morto dopo l'operazione

Un anno di carcere: è questa la richiesta di condanna avanzata dal pubblico ministero Giorgia De Ponte ai danni dei medici Donato Negro di Capodrise e Nicola Mirra di Santa Maria Capua Vetere per la morte di Mario Palla, un bambino di 3 anni di San Tammaro, che era stato operato alla clinica Villa del Sole di Caserta. Il bambino aveva avuto problemi dopo l’operazione alle tonsille.

I due medici sono accusati per aver effettuato l'operazione, sconsigliata dal pediatra, il 27 giugno del 2013 e di aver dimesso il piccolo Mario nonostante la febbre, manifestatasi appena dopo l'intervento e perdurata durante tutto il ricovero, con temperature oscillanti tra i 38 e 40 gradi, unitamente a dolore all'orecchio, ed omettendolo, all'atto delle dimissioni di Palla, di fornire ai familiari, per iscritto, le indicazioni terapeutiche, le regole di raccomandazioni e profilassi e la segnalazione dei cosiddetti "eventi sentinella".

Inoltre l'assistente medico è imputato per non aver verificato di persona le condizioni di salute del bambino nonostante "la segnalazione della condizione di sofferenza, associata a febbre, telefonicamente rappresentata da parte della madre nel corso del pomeriggio del 28 giugno 2013, limitandosi ad una rassicurazione telefonica e manifestando, a seguito di espressa richiesta della madre del bambino, la non necessità di un ulteriore ricovero in ospedale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

  • La vacanze dell'orrore: palpeggiata dal padre per un mese, ragazzina 13enne lo fa arrestare

Torna su
CasertaNews è in caricamento