“Vado a comprare le sigarette” e scompare nel nulla. Ora si ritrova sotto processo

Il 53enne ha lasciato senza notizie la moglie ed i figli. Poi la scoperta

La scusa più classica per “scomparire”, ma che adesso rischia di costargli davvero molto. Protagonista della vicenda è un 53enne di Marcianise che a maggio si ritroverà sotto processo davanti al giudice monocratico di Santa Maria Capua Vetere Dello Stritto per violazione degli obblighi di assistenza familiare. Di fatto la fuga potrebbe costare caro all’uomo. I fatti sono avvenuti nel 2013 quando l’allora 48enne uscì di casa con la scusa di andare a comprare le sigarette e non vi fede più ritorno, gettando nelle sconforto la moglie ed i tre figli. Dopo qualche tempo, si scoprì che l’uomo stava bene ma che aveva deciso di trasferirsi in Germania, dopo aver lasciato la propria famiglia “senza soldi” e senza garantirgli il sostentamento economico di cui avevano bisogno. Per questo motivo la moglie, 48 anni, anche lei di Marcianise, ha deciso di presentare una denuncia tramite l’avvocato Nicola Musone, per violazione degli obblighi di assistenza familiari. Il pubblico ministero ha chiuso le indagini ed ha disposto il giudizio per il marito ‘in fuga’. Il processo inizierà a maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Latte dei Casalesi, i nipoti di Zagaria "gente di serie A, non munnezzaglia"

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

Torna su
CasertaNews è in caricamento