Polizia perquisisce casa e trova piante di marijuana e cartucce per armi I FOTO

Denunciato il proprietario. La droga era stata già essiccata

Le piante di marijuana sequestrate a Lusciano

Nella giornata di martedì, nell’ambito di servizi mirati al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente, personale della Polizia Giudiziaria del Commissariato di Aversa, diretto dal Primo Dirigente Vincenzo Gallozzi e dal Vice Dirigente Commissario Capo Vincenzo Marino, ha effettuato diverse perquisizioni a Lusciano al termine delle quali veniva denunciato in stato di libertà tale Raffaele Costanzo, 45 anni. 

Durante l’attività espletata in via Marco Polo venivano ritrovate 3 piante di marijuana in pieno stato di fluorescenza, alte rispettivamente 2,10, 1,30 e 1 metri; inoltre, avvolta in una busta cellophane bianca (tipo shoppers), si rinvenivano foglie erbacce del colore verde/marrone, già essiccata e semi per l’ulteriore coltivazione, risultato essere dagli esami effettuati dalla Polizia Scientifica, marijuana. 

Venivano rinvenute durante le fasi della perquisizione, in quanto ben occultate, 25 cartucce marca Fiocchi e 2 marca Winchester cal. 12 per armi da caccia. Costanzo, espletati gli atti di rito e sequestrato il tutto, venivano segnalato in stato di libertà per il reato di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione abusiva di munizioni. L’operazione rappresenta inevitabilmente il frutto della dedizione investigativa e della costanza operativa svolta da parte del personale del Commissariato di Aversa, contro il dilagante fenomeno della droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento