Dieci anni di violenze sulla moglie, il marito ‘orco’ finisce in carcere

Fondamentale la denuncia della coniuge e le certificazioni mediche delle lesioni

La procura della Repubblica presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al termine di un'articolata attività investigativa delegata al Comando Stazione Carabinieri di Castel Volturno-Pinetamare, ha dato esecuzione all'ordinanza emessa dal gip del tribunale sammaritano applicativa della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di un indagato 46enne, residente a Castel Volturno, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate ai danni della moglie.

L'attività investigativa permetteva di accertare come l'indagato, nell'ultimo decennio (2008-2018), avesse maltrattato e malmenato la moglie sottoponendola a continue vessazioni ed angherie e facendola vivere in un clima costante di terrore e perdurante stato d'ansia per la sua incolumità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima in sede di presentazione della denuncia querela e durante le successive escussioni rendeva chiare dichiarazioni corroborate da numerose certificazioni mediche rilasciate dalla clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento