Il consigliere regionale contro il parroco: “Abbandoni la tunica”

Una guerra in stile ‘Peppone e don Camillo’

Politica e chiesa tornano ad essere ‘rivali’. Al punto che il consigliere regionale di Campania Libera Luigi Bosco si scaglia con violenza contro un parroco di Casapulla. “Alcuni amici - ha denunciato su Facebook - mi hanno appena riferito di un'omelia recitata in una Chiesa locale che mortifica in maniera violenta il rapporto tra fedeli, cristianità e funzione domenicale della celebrazione religiosa. Nel mio paese qualcuno ancora pensa che si possa usare la Santa Messa come strumento di azione politica per infastidire i fedeli con folklore, faziosità e menzogne, anziché distinguersi per messaggi di pace, amore, fratellanza ed accoglienza”.

Bosco non fa il nome ma è chiaro il riferimento a don Filippo Melone, parroco del Tempio di San Luca a Casapulla, reo di aver fatto propaganda all'attuale amministrazione comunale retta da Michele Sarogni. Ed aggiunge: “Abbandoni la tunica chi non sa fare a meno di raccontare falsità e di inveire ingiustamente contro chi non può replicare. Proponga costui un pubblico confronto al quale tutti possano liberamente, civilmente e democraticamente esprimere la propria opinione. Mi conforta, allo stesso tempo, l'atteggiamento scandalizzato dei molti fedeli presenti. Poveri quei politici che hanno bisogno di questi mezzi di propaganda per provare a frenare l'impeto degli errori ed orrori commessi ed alterare la realtà dei fatti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Psicosi coronavirus, esami su un uomo nel casertano. Primo test negativo

Torna su
CasertaNews è in caricamento