Blitz in un bar, arrestato un latitante

L'uomo era ricercato per una serie di furti in abitazioni e negozi

Il latitante Artur Gega è stato fermato dalla Polizia in un bar di Marcianise

Nella tarda mattinata odierna la Polizia di Stato di Caserta, all’interno di un bar di via Novelli a Marcianise, ha arrestato il cittadino albanese Artur Gega, pregiudicato 29enne in Italia senza fissa dimora. L’uomo è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 15 novembre 2017 dell’ufficio del Gip del Tribunale di Chieti, su richiesta della Procura, per furto aggravato continuato in concorso.

Lo scorso 3 novembre, a seguito di perquisizione domiciliare effettuata presso un agriturismo di Ortona, la Squadra Mobile di Chieti sorprendeva 4 cittadini albanesi, tra cui Gega, privi di permesso di soggiorno e in Italia senza fissa dimora, in possesso di un ingente quantitativo di refurtiva: numerosi oggetti preziosi (monili in oro, gioielli, orologi, occhiali di pregio), 2mila euro circa in monete da 1 e 2 euro, ulteriori 1.900 euro in monete di piccolo taglio, numerose stecche e pacchetti di sigarette, nonché un grosso arnese per lo scasso.

Le immediate indagini condotte dalla Squadra Mobile di Chieti avevano permesso di accertare che gli oggetti sequestrati costituivano il provento di una serie di furti in abitazioni ed esercizi commerciali consumati tra il 29 ottobre e la notte del 3 novembre, l’ultimo dei quali avvenuto presso una tabaccheria da cui erano stati asportati sigarette ed erano state forzate e svuotate macchinette cambia soldi e slot-machine.

Gran parte della refurtiva veniva riconosciuta e quindi restituita ai legittimi aventi diritto. La Procura della Repubblica di Chieti aveva richiesto l’applicazione della misura cautelare in carcere, eseguita il 16 bovembre nei confronti di 2 degli indagati, Ervis Osmani e Alfons Bushi, mentre erano sfuggiti alla cattura Artur Gega ed un quarto soggetto.

Poiché in passato Gega aveva soggiornato a Marcianise, dove peraltro era stato arrestato nel gennaio 2014 in esecuzione di un precedente provvedimento cautelare emesso per analoghi reati, in collaborazione con la Polizia di Stato di Chieti, la Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Marcianise e la Squadra Mobile di Caserta avviavano le relative ricerche, attraverso servizi di appostamento presso i luoghi notoriamente ed abitualmente frequentati da cittadini albanesi, in particolare presso il bar dove effettivamente Gega è stato arrestato. Il giovane, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di San Tammaro a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

  • La vacanze dell'orrore: palpeggiata dal padre per un mese, ragazzina 13enne lo fa arrestare

Torna su
CasertaNews è in caricamento