Incastrato dalla sua passione per Facebook, stanato latitante

I Carabinieri hanno seguite le sue tracce virtuali

Gennaro Buonocore è stato sorpreso nella casa di una sua ex fidanzata

È stata la “mania” di Facebook a incastrare Gennaro Buonocore, 45enne pluripregiudicato di Mondragone arrestato nella prima mattinata di giovedì dai carabinieri della locale Compagnia. L'indagato, ritenuto il vertice dell'associazione per delinquere finalizzata a furti di auto e del commercio delle loro componenti, si era leso latitante il 2 agosto scorso, quando i Carabinieri avevano eseguito una vasta perquisizione presso i “palazzi azzurri” di Mondragone ed avevano eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei gregari di Buonocore.

A partire dalla sua latitanza la Polizia giudiziaria ha attuato una complessa investigazione finalizzata alla localizzazione del latitante. L'indagine è stata condotta, oltre all'utilizzo degli strumenti di indagine come intercettazioni telefoniche, ambientali e pedinamenti, attraverso le più moderne e sofisticate tecnologie di indagine con particolare attenzione al monitoraggio dei profili Facebook riconducibili ed utilizzati dal latitante.

I Carabinieri di Mondragone, forti delle risultanze investigative raccolte, facevano dunque irruzione nelle primissime ore del giorno all'interno dell'appartamento in uso ad una ex compagna del latitante, dove Buonocore era stato ospitato negli ultimi giorni, ponendo così termine alla latitanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento