Latitante catturato dopo 12 anni, si era rifugiato in Albania

Dentice aveva ceduto una pistola a Nicola Schiavone

Dentice è stato arrestato per un cumulo di pene relative a reati commessi durante la sua permanenza a Trieste tra la fine degli anni 90 e i primi anni 2000

È stato arrestato dalla Polizia di Tirana, in Albania, dove si era rifugiato. È finita così la fuga di Ciro Dentice, 50enne campano, ricercato da 12 anni per un ordine di carcerazione della magistratura di Trieste.

Dentice è stato arrestato per un cumulo di pene relative a reati commessi durante la sua permanenza a Trieste tra la fine degli anni 90 e i primi anni 2000; a suo carico ci sono condanne definitive per alcuni reati tra i quali la cessione di una pistola a Nicola Schiavone, figlio di Francesco "Sandokan", boss del clan dei casalesi; la compravendita di 16 mitragliette Skorpion, sette bombe a mano, tre detonatori, due kg di esplosivo, una decina di pistole, lo spaccio di molte banconote false da 100.000 lire, e diversi episodi di spaccio di cocaina.

E' accusato inoltre di concorso esterno ad associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in appartamento, oltre a una violenza sessuale commessa in danno di una sua dipendente quando era gestore di un bar a Trieste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento