Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

Blitz dei carabinieri a Lusciano: preso Sautto mentre era a tavola. Sequestrati 30mila euro ed orologi di pregio

Il blitz dei carabinieri

Era irreperibile dallo scorso mese di novembre quando erano scattati gli arresti per diversi esponenti del clan Ciccarelli-Sautto di Caivano. Nella serata di ieri i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno tratto in arresto Gennaro Antonio Sautto, 39 anni e fratello del capoclan Nicola, attualmente detenuto. Si nascondeva in una villetta a Lusciano. I carabinieri hanno stretto le manette ai polsi anche al proprietario dell'immobile, un commerciante incensurato di 43 anni, accusato di aver favorito la latitanza di Sautto. 

Le indagini svolte dal citato Nucleo Investigativo, dirette e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno portato a localizzare il latitante alla periferia di Lusciano. In serata è scattato il blitz. I carabinieri hanno circondato l’intero edificio e hanno sorpreso il latitante a tavola pronto a cenare con il padrone di casa e altri amici. Nel corso delle perquisizioni conseguenti agli arresti sono stati sequestrati circa 30.000 mila euro, svariati telefoni cellulari e 5 orologi di pregio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’ambito del sodalizio camorristico, Sautto, anche in virtù del vincolo di sangue che lo lega al capo clan, partecipava ad importanti e decisivi summit finalizzati a governare i traffici illeciti del clan, coordinando il traffico di droga posto in essere dell’organizzazione criminale, da cui si ricavavano ingenti profitti destinati al sostentamento dell’intero sodalizio criminale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, record di nuovi contagi nel casertano: altri 120 casi in Campania

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio dei contagi: nuovi casi ad Aversa e Castel Volturno

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

  • Coronavirus, muore un uomo di Marcianise ricoverato in ospedale

Torna su
CasertaNews è in caricamento