Latitante incastrato dalle impronte digitali e arrestato

Il 37enne fermato dai carabinieri al posto di blocco è finito in carcere

Arrestato dai carabinieri

Controlli serrati sul territorio in vista delle festivitá natalizie hanno portato all'arresto nel tardo pomeriggio del 23 dicembre del latitante bulgaro 37enne Tomanov Asen Iliev ad opera dell' Aliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Sessa Aurunca, capitanati dal comandante Giuseppe Fedele.

Fermato dai militari a bordo della sua vettura, una Opel Vectra con targa bulgara, in compagnia di un connazionale il 37enne è stato condotto in caserma poichè sprovvisto di patente. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro. Ma ad incastrare Iliev sono state le impronte digitali. Dalla verifica effettuata dagli uomini dell'Arma sui due stranieri, entrambi residenti a Mondragone, si è scoperto, infatti, che l'uomo era gravato da mandato di arresto europeo per concorso in furto, commesso in Bulgaria.

L'arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Poggioreale in attesa di esser rimpatriato e subire il processo penale a suo carico in Bulgaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizzo e droga, 49 indagati. Ci sono un poliziotto ed Ivanhoe Schiavone

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

Torna su
CasertaNews è in caricamento