L'imprenditore del clan sfila in aula per rispondere ai magistrati

Nicola Inquieto è ritenuto dall'Antimafia il gestore dell'impero di Zagaria in Romania

Nicola Inquieto

E' proseguito anche nella giornata di martedì, davanti ai giudici del tribunale di Napoli Nord, l’esame dell'imprenditore Nicola Inquieto, 44 anni di Aversa, accusato di collegamenti con il clan dei Casalesi e ritenuto il gestore - secondo la Dda di Napoli - dell'impero del boss Michele Zagaria a Pitesti, in Romania.

Inquieto, detenuto nel carcere di Secondigliano, è stato estradato dalla Romania per il tempo necessario del processo che dovrà concludersi entro la fine del mese, in quanto destinatario di altri procedimenti in Romania. 

L'imprenditore, riporta l'AdnKronos, ha risposto fornendo la sua versione dei fatti al pubblico ministero antimafia Maurizio Giordano. Il controesame della difesa è fissato per lunedì 13 mentre nei giorni a seguire è prevista la requisitoria e la discussione della difesa. 

Inquieto fu arrestato in Romania  un anno fa,  in virtù di un mandato di arresto della Procura europea Eurojust, spiccato nei suoi confronti in seguito ad un'inchiesta della Dia per associazione camorristica e sul presunto reinvestimento di capitali del boss Zagaria e venne consegnato alle autorità italiane in via temporanea.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento