Uccide paziente in ospedale, 30 anni per l'infermiera

Accolta la richiesta dell'accusa. La difesa annuncia ricorso in Appello

Trent’anni di carcere per aver ucciso un paziente in corsia. E’ questa la sentenza emessa dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Isernia a carico di Anna Minchella infermiera di 46 anni di Ciorlano. La donna è stata condannata al massimo della pena (è stata giudicata col rito abbreviato) per aver provocato la morte di Celestino Valentino, 76 anni di Pratella, mentre era ricoverato nell’ospedale di Venafro. Accolta, dunque, la la tesi del procuratore Carlo Fucci che ha guidato l’accusa. L’avvocato della donna Aldo Moscarino ha annunciato la volontà di ricorrere in Appello dopo che saranno depositato le motivazioni.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Schianto al passaggio a livello, ferito noto artista | FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Colpo nella gioielleria del centro commerciale, ladri in fuga col bottino

Torna su
CasertaNews è in caricamento