Uccide paziente in ospedale, 30 anni per l'infermiera

Accolta la richiesta dell'accusa. La difesa annuncia ricorso in Appello

Trent’anni di carcere per aver ucciso un paziente in corsia. E’ questa la sentenza emessa dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Isernia a carico di Anna Minchella infermiera di 46 anni di Ciorlano. La donna è stata condannata al massimo della pena (è stata giudicata col rito abbreviato) per aver provocato la morte di Celestino Valentino, 76 anni di Pratella, mentre era ricoverato nell’ospedale di Venafro. Accolta, dunque, la la tesi del procuratore Carlo Fucci che ha guidato l’accusa. L’avvocato della donna Aldo Moscarino ha annunciato la volontà di ricorrere in Appello dopo che saranno depositato le motivazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

Torna su
CasertaNews è in caricamento