Nuove indagini per la morte di un 30enne in carcere

Respinta l'archiviazione del caso: si segue l'ipotesi dell'omicidio colposo

Il ragazzo si è tolto la vita nel carcere di Poggioreale

Nuove indagini per la morte di V.E., 30enne di Maddaloni, che si è tolto la vita lo scorso mese di agosto nel carcere di Poggioreale. Il Giudice per le Indagini Preliminari di Napoli ha respinto la richiesta d'archiviazione in merito al presunto suicidio ed ha chiesto un supplemento di indagini ipotizzando l'omicidio colposo per coloro che sarebbero stati deputati a vigilare.

Il trentenne, che si impiccò con un lenzuolo nel bagno della sua cella, era stato condannato a 10 anni per il tentato omicidio della moglie. Fin dai primi giorni manifestò intenti suicidi e autolesionistici, come riporta l'Ansa. 

In un primo periodo l'uomo fu tenuto in regime di stretta sorveglianza, dal quale poi uscì. Gli avvocati Sergio e Angelo Pisani, che difendono la famiglia del suicida, ritengono che "presto la verità verrà a galla". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sandokan 'litiga' col pentito sull'omicidio di don Peppe Diana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Reddito di cittadinanza, sospiro di sollievo per 100mila beneficiari

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Svolta dopo l'esplosione nella palazzina: sequestrato l'intero impianto di serbatoi Gpl

Torna su
CasertaNews è in caricamento