Nuove indagini per la morte di un 30enne in carcere

Respinta l'archiviazione del caso: si segue l'ipotesi dell'omicidio colposo

Il ragazzo si è tolto la vita nel carcere di Poggioreale

Nuove indagini per la morte di V.E., 30enne di Maddaloni, che si è tolto la vita lo scorso mese di agosto nel carcere di Poggioreale. Il Giudice per le Indagini Preliminari di Napoli ha respinto la richiesta d'archiviazione in merito al presunto suicidio ed ha chiesto un supplemento di indagini ipotizzando l'omicidio colposo per coloro che sarebbero stati deputati a vigilare.

Il trentenne, che si impiccò con un lenzuolo nel bagno della sua cella, era stato condannato a 10 anni per il tentato omicidio della moglie. Fin dai primi giorni manifestò intenti suicidi e autolesionistici, come riporta l'Ansa. 

In un primo periodo l'uomo fu tenuto in regime di stretta sorveglianza, dal quale poi uscì. Gli avvocati Sergio e Angelo Pisani, che difendono la famiglia del suicida, ritengono che "presto la verità verrà a galla". 
 

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento