Raid incendiario, il giallo del ‘destinatario’ delle bottiglie infuocate

Difficile che possa essere la donna proprietaria dell’appartamento

Potrebbe essere una ritorsione nei confronti del figlio il raid incendiario messo a segno nella notte tra sabato e domenica in via Michelangelo ad Aversa. L’ipotesi è al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di fare luce su un fatto alquanto inquietante e che al momento non ha altre spiegazioni, visto che la proprietaria dell’abitazione ha 64 anni e non sembrano esserci motivi che possano far pensare ad un raid nei suoi confronti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A tutti questi dubbi dovranno rispondere le indagini della polizia di Aversa a cui sono affidate le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento