Raid incendiario, il giallo del ‘destinatario’ delle bottiglie infuocate

Difficile che possa essere la donna proprietaria dell’appartamento

Potrebbe essere una ritorsione nei confronti del figlio il raid incendiario messo a segno nella notte tra sabato e domenica in via Michelangelo ad Aversa. L’ipotesi è al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di fare luce su un fatto alquanto inquietante e che al momento non ha altre spiegazioni, visto che la proprietaria dell’abitazione ha 64 anni e non sembrano esserci motivi che possano far pensare ad un raid nei suoi confronti.

A tutti questi dubbi dovranno rispondere le indagini della polizia di Aversa a cui sono affidate le indagini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizzo e droga, 49 indagati. Ci sono un poliziotto ed Ivanhoe Schiavone

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

Torna su
CasertaNews è in caricamento