Muore nello schianto con un cavallo, due indagati per omicidio

Svolta nelle indagini sul decesso del centauro casertano morto sulla Ostiense a Roma

Svolta nelle indagini sulla morte di Antonio L., il 52enne originario di Capua morto nella notte tra l’11 e il 12 giugno mentre, in sella al suo scooter sulla via Ostiense a Roma, si è scontrato contro un cavallo che vagava in strada, cadendo a terra in un impatto mortale.

Come riporta RomaToday, sono due persone, il proprietario e il custode del cavallo, sono state denunciate per concorso in omicidio e omessa custodia. La vittima, che si era trasferito a Roma per motivi di lavoro, era morta praticamente sul colpo per le lesioni interne provocate dell’incidente. 

Il proprietario del cavallo, un 53enne italiano, e il custode, un 42enne romeno, sono stati rintracciati dalla Polizia Locale di Roma Capitale e ora dovranno rispondere all'autorità giudiziaria.

Il cavallo era stato bloccato, dopo l'incidente mortale, in via del Trotto in un tratto di strada, seppur asfaltato, mancante completamente di illuminazione pubblica. La strada buia e la notte fonda, probabilmente, hanno impedito ad Antonio di accorgersi, per tempo, della presenza in strada del cavallo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento