CAMORRA Sindaco arrestato, indagate altre 4 persone

Due sono ex consiglieri comunali

L'ex sindaco Carmine Antropoli

E’ un vero e proprio terremoto che colpisce la politica cittadina di Capua l’inchiesta che stamattina ha portato all’arresto dell’ex sindaco Carmine Antropoli, primo cittadino dal 2006 al 2016, accusato dalla DDA di concorso esterno in associazione di tipo mafioso.

Assieme ad Antropoli sono infatti indagati a piede libero, con la stessa accusa, anche due ex consiglieri comunali, eletti nel 2016 tra le fila dell'opposizione all'ex sindaco Eduardo Centore. Tra questi c’è Marco Ricci, fedelissimo proprio del primo cittadino finito in manette. In totale sono quattro gli indagati a piede libero nell’indagine che ha fatto emergere il ruolo del clan dei Casalesi nello svolgimento delle elezioni amministrative tenutesi il 5 giugno 2016.

LE ACCUSE ALL'EX SINDACO ANTROPOLI

Con il sindaco è stato arrestato anche l’imprenditore di Casapesenna Francesco Zagaria, ritenuto membro apicale del clan capeggiato dal boss Michele. Proprio Zagaria avrebbe, secondo gli inquirenti, percosso all’interno dello studio medico di Antropoli un suo ‘rivale politico’, per indurlo a ritirare la candidatura a consigliere comunale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento