Fa una strage e poi scappa senza chiamare soccorsi: fermato

Il 35enne si è recato a Pineta Grande solo nel pomeriggio. Guidava lui l'auto in cui sono morte tre persone dopo il volo nella scarpata, adesso è in carcere

L'incidente a Destra Volturno

E' scappato senza chiamare aiuto e lasciando i suoi amici nella scarpata, in località Destra Volturno a Castel Volturno, dopo un volo con l'auto di una ventina di metri. Tre di loro sono morti mentre un quarto è ricoverato in ospedale. Nel pomeriggio di ieri, però, la Polizia Stradale di Caserta, guidata dal Vice Questore Giovanni Consoli, è riuscita a chiudere il cerchio su un quinto occupante risultato essere il conducente della Citroen Xsara a bordo della quale viaggiavano. Si tratta di S.M., 35enne del Niger e regolare sul territorio nazionale, che ora si trova in stato di fermo al carcere di Santa Maria Capua Vetere con le accuse di omicidio stradale plurimo ed omissione di soccorso. 

L'incidente si è verificato all'alba di ieri a Destra Volurno. La vettura a bordo della quale viaggiavano i 5, tutti africani, per motivi ancora da accertare è uscita fuori strada finendo nella scarpata e facendo un volo di una ventina di metri prima di schiantarsi al suolo. Il bilancio è tremendo: 3 morti, tutti ghanesi, un nigeriano ferito (è stato trasferito oggi al reparto di chirurgia maxillofacciale del Cardarelli di Napoli). Questa la scena che si sono trovati davanti i soccorritori e la polizia stradale che ha rilevato l'incidente. 

Ma c'era anche una quinta persona. Dopo lo schianto, nonostante le ferite riportate, è riuscito ad uscire dall'auto e dileguarsi. Solo nel pomeriggio si è recato presso la Clinica Pinetagrande per farsi medicare, senza fare riferimento all'incidente. Lì lo hanno trovato gli agenti della polizia stradale che hanno così chiuso il cerchio. Dagli accertamenti effettuati l'uomo è risultato essere il conducente della vettura. Dopo il ricovero e le successive dimissioni dalla struttura ospedaliera per il 35enne è stato dispisto il fermo di polizia giudiziaria. 

L'uomo è stato sottoposto ad accertamenti tossicologici di cui si attendono ancora gli esiti. Dagli accertamenti effettuati dalla polizia stradale l'auto è risultata essere intestata ad altre persone, estranee alla vicenda. Era priva di assicurazione. Altri dettagli potrebbero emergere dall'autopsia sulle tre persone decedute, in programma nei prossimi giorni. Da chiarire i motivi della fuga rocambolesca del 35enne in una vicenda che presenta ancora dei lati oscuri. 
    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento