Si schianta contro un tir mentre va a lavoro: muore infermiera di 43 anni

Mina Di Paolo di Mondragone da tempo viveva in provincia di Verona. E' morta sul colpo

Non ce l'ha fatta Mina Di Paolo, l'infermiera di 43 anni originaria del casertano. E' morta travolta da un tir a Pastrengo, in provincia di Verona dove la donna viveva da tempo.

L'incidente, riferiscono i colleghi di VeronaSera, si è verificato sulla proviciale 29. Mina stava percorrendo la strada a bordo del suo scooter quando avrebbe perso il controllo del mezzo in località Tacconi, invadendo l'altra corsia mentre arrivava un autocarro. L'impatto è stato violentissimo e non le ha lasciato scampo. Inutile l'intervento del personale del 118 prontamente intervenuto. I medici non hanno potuto fare altro che constatare l'avvenuto decesso. La dinamica dell'incidente è ora al vaglio della Polstrada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mina, nata a Maddaloni e cresciuta a Mondragone, stava andando a lavoro quando ha trovato la morte. Lavorava in una casa di riposo a Pastrengo come operatrice sanitaria i cui ospiti ieri non l'hanno vista mai arrivare. Una tragedia che ha scosso l'intera comunità del Litorale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

Torna su
CasertaNews è in caricamento