Vigili fermano auto in corsa verso la fiaccolata: 2 denunciati

Tre agenti della Municipale sono rimasti feriti. Si è evitato il peggio

L'automobile coinvolta nell'incidente in via Marconi

Serata di paura a Marcianise: due immigrati che erano a bordo di un'auto in via Marconi, ai confini tra Marcianise e Capodrise, con il volume della radio altissimo. L'auto andava in direzione di via San Francesco dove stava sopraggiungendo la folla che partecipava alla fiaccolata in memoria di Mariopio Zarrillo. I vigili hanno intimato l'alt, chiedendo di abbassare il volume, ed i due a bordo della Golf per tutta risposta hanno accelerato. I vigili di servizio si sono lanciati all'interno dell'auto in corsa e li hanno bloccati. Ne è nata una breve ma violenta colluttazione. I due sono stati finalmente fermati e condotti direttamente al comando, dove sono stati denunciati. Uno dei due è stato portato in ospedale per l'alcol test. Una donna ha rischiato di essere investita. Tre dei vigili sono rimasti feriti anche se in modo lieve. Alcuni testimoni hanno raccontato di un altro ragazzo che si è allontanato in fretta da luogo facendo perdere le sue tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento