Incendio nei capannoni della "fabbrica che puzza" Eco Trandiser. Tensione fuori allo stabilimento [Guarda Video]

Gricignano di Aversa - Ieri pomeriggio, intorno alle 15.00, un intenso fumo nero è fuoriuscito dall'interno dello stabilimento della Eco Transider, “la fabbrica della puzza” situata nell'area industriale di Gricignano d'Aversa (Caserta) che dal 19...

fumo eco transider
Ieri pomeriggio, intorno alle 15.00, un intenso fumo nero è fuoriuscito dall'interno dello stabilimento della Eco Transider, “la fabbrica della puzza” situata nell'area industriale di Gricignano d'Aversa (Caserta) che dal 19 settembre è presidiata da un gruppo di cittadini del comprensorio. Da uno dei capannoni dove sono stoccati centinaia di tonnellate di rifiuti umidi in attesa di essere smaltiti si è sviluppato un incendio. A dare l’allarme ai vigili del fuoco sono stati gli stessi attivisti presenti sul posto al momento dell'incendio. Sul posto sono arrivati immediatamente i vigili del fuoco del distaccamento di Aversa che ben presto hanno dovuto chiedere rinforzi a Marcianise. Nel piazzale della fabbrica, grazie al tam tam fatto coi telefonini e con l’aiuto dei social network, centinaia di persone sono arrivate per vedere da vicino quello che in tanti hanno definito “un incendio doloso”.
Troppo spesso accade che, quando ci sono dubbi sui materiali accumulati in aree abbandonate o in industrie e i cittadini chiedono maggiori notizie e il rispetto del loro diritto alla salute, arrivano le fiamme a distruggere tutto e, anche in questo caso, si ripete la stessa storia”. A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, in merito all’incendio che ha colpito l’Eco transider, la fabbrica di Gricignano d’Aversa conosciuta come la fabbrica della puzza per il cattivo odore che arriva da lì e infesta l’aria che respirano i cittadini di quell’area. “Insieme al portavoce regionale dei Verdi, Vincenzo Peretti, abbiamo portato la nostra vicinanza ai cittadini che stavano lottando per difendere il loro diritto a respirare un’aria libera da puzze insopportabili” ha aggiunto Borrelli per il quale “una volta spento l’incendio, spero nel più breve tempo possibile grazie all’encomiabile lavoro dei vigili del fuoco, bisognerà accertare subito le cause e, qualora si accertasse che siamo di fronte a fiamme dolose, bisogna individuare e colpire i responsabili”. “A questo punto, credo che sia opportuno un intervento delle autorità competenti che chiudano l’azienda per fare piena chiarezza su tutta la vicenda” ha concluso Borrelli per il quale “la salute dei cittadini deve venire prima di ogni altra esigenza”.



I deputati del Pd Camilla Sgambato, Massimiliano Manfredi e Assunta Tartaglione hanno scritto a Ministri Galletti (Ambiente) e Lorenzin (Salute) chiedendo con urgenza un intervento di messa in sicurezza, bonifica ambientale e sanificazione igienico-sanitaria.: "Nelle prime ore pomeridiane di oggi, si è sviluppato all'interno dell'azienda Eco Transider srl, ubicata nel tenimento del comune di Gricignano d'Aversa, un incendio di vaste proporzioni tuttora in corso che ha visto le fiamme ed una nuvola di denso fumo nero sprigionarsi dalla piattaforma ecologica. L'accaduto sta provocando preoccupazione ed un diffuso timore tra la popolazione residente anche nei vicini comuni di Carinaro, San Marcellino, Frignano ed altri ancora, per le conseguenze che potrebbero derivare dal rogo, da quanto si apprende di origine dolosa, in cui bruciano materiali e rifiuti di ogni tipo, dalla plastica all'alluminio, dagli pneumatici alla frazione organica con conseguente dispersione nel suolo di pergolato. Non più tardi della scorsa settimana, a seguito delle numerose lamentele pervenute da più parti, in primis comitati per la salute pubblica, associazioni ambientaliste e sodalizi sorti per la difesa del territorio, migliaia di cittadini della zona hanno sfilato per le strade di Gricignano d'Aversa ed hanno inscenato un sit in di protesta davanti l'azienda per i continui miasmi ed olezzi che hanno finito per rendere irrespirabile l'aria. L'incendio odierno rischia di produrre effetti devastanti per l'ambiente e per la salute pubblica, per cui, anche alla luce della recente interrogazione parlamentare a risposta in commissione Ambiente della Camera dei Deputati, si chiede alle SS.VV. in indirizzo di voler intervenire con urgenza per scongiurare ulteriori pericoli per i residenti dell'area su cui insiste la Eco Transider Srl e di voler disporre, tramite le Autorità competenti e gli Enti dipendenti dai rispettivi Ministeri, l'attuazione di tutti gli interventi di messa in sicurezza della piattaforma ecologica, di bonifica ambientale del sito e di sanificazione igienico-sanitaria del territorio interessato dalle conseguenze del rogo, non potendosi oltremodo attendere che degeneri e si aggravi ulteriormente la situazione di pericolo per la pubblica e privata incolumità".




“L’incendio sviluppatosi all’interno dell’azienda Ecotransider di Gricignano d’Aversa preoccupa e impone senza dubbio una riflessione sui ritardi accumulati dalla Regione nella discussione della proposta di legge sull’emissione delle sostanze odorigene”. Lo ha dichiarato il presidente della III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche, ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi. “La proposta, di cui sono primo firmatario, ma che è stata condivisa dai colleghi di maggioranza e di opposizione presenti nella Commissione Terra dei Fuochi, rappresenta allo stato l’unica soluzione ai disagi patiti dai cittadini. Non sfugge a nessuno che i casi come quello riguardante l’Ecotransider siano da considerare vere emergenze sul fronte ambientale, viste le problematiche avvertite dai residenti in difesa del sacrosanto diritto alla salute. Il rogo sviluppatosi questo pomeriggio a Gricignano rende il ritardo della Regione Campania ancora più pesante e non è più giustificabile alcun indugio sulla questione”.

“La natura dell’incendio che ha investito l’impianto per la gestione e lo smaltimento rifiuti della società Eco Transider S.r.l. al centro di polemiche e di un provvedimento di sospensione da parte della Regione Campania pare sia dolosa. Se si dovesse confermare questa ipotesi ci saranno ulteriori procedimenti giudiziari che complicano ulteriormente le procedure d’intervento sul sito. In più chiaramente la natura dei rifiuti cambia: il rogo trasforma irrimediabilmente i rifiuti da solidi urbani a speciali e quindi occorrono interventi specifici”. Lo dice il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Viglione, componente della Commissione Ambiente, che si è recato in sopralluogo sul sito in fiamme della società Eco Transider S.r.l. “Se prima c’era un barlume di speranza per la soluzione delle criticità grazie all’ordinanza della Regione Campania - spiega - ora con il rogo si mette a rischio l’area anche per l’impatto maggiore sull’ambiente”. “Occorre capire se quest’incendio è servito strategicamente a qualcuno per bypassare tutte le procedure di rimozione dei rifiuti dal sito imposto dall’ordinanza - continua - abbiamo proprio in queste ore già sollecitato il Direttore Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema della Giunta regionale della Campania di convocare una riunione urgente per fare il punto della situazione”. “Anche i nostri parlamentari in Commissione Ambiente al Senato e alla Camera - prosegue - si sono subito attivati e presto presenteranno un’interrogazione per capire i passi da compiere”. “Voglio ricordare che l’impianto Eco Transider S.r.l aveva prodotto aria irrespirabile e una coltre pestifera per buona parte dei residenti dei comuni di Gricignano di Aversa, Carinaro e Teverola, limitrofi alla zona ASI ‘Aversa Nord’”. “Criticità note che dietro una serie di sollecitazioni anche del Movimento 5 Stelle – conclude Viglione – hanno indotto la Regione Campania ha emettere un’ordinanza di stop all’impianto con la rimozione dei rifiuti. Ora l’incendio”.



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento