Nube tossica: la Procura apre l'inchiesta

Si sospetta la natura dolosa dell'incendio alla Di Gennaro

Il rogo alla Di Gennaro

Il sospetto è che si possa trattare di un rogo doloso. L'incendio che è divampato mercoledì alla Di Gennaro di Pascarola, a confine con i comuni casertani di Marcianise ed Orta di Atella, e che ha intossicato l'aria di numerosi comuni (almeno 8 quelli inseriti nella zona rossa) potrebbe essere frutto della folle mano dell'uomo.

Per fugare ogni dubbio la Procura di Napoli Nord ha aperto un fascicolo di indagine. Per il momento si tratta di un'attività conoscitiva per la quale il Procuratore Francesco Greco ha delegato i carabinieri di Casoria. Si dovrà attendere la conclusione delle operazioni di spegnimento e messa in sicurezza del sito per effettuare i dovuti rilievi tecnici e verificare le cause del rogo all'interno del sito di stoccaggio di rifiuti plastici.

Potrebbe interessarti

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Stirare d'estate è una tortura? Ecco come evitare il ferro da stiro e avere abiti perfetti

  • Bevanda disintossicante e sgonfiante: la ricetta per ridurre il girovita

  • Caiazzo diventa set per la fiction ‘Un posto al sole’ I FOTO

I più letti della settimana

  • Sparatoria nel bar, ferito un uomo vestito da militare: è grave in ospedale | FOTO

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Schianto al passaggio a livello, ferito noto artista | FOTO

  • La 14enne accusa: "Mi hanno costretta ad andare da don Michele"

  • Colpo nella gioielleria del centro commerciale, ladri in fuga col bottino

Torna su
CasertaNews è in caricamento