Incendio devasta la masseria confiscata ai Casalesi

Le fiamme hanno divorato 10 ettari di grano. Vigili del fuoco e polizia municipale sul posto

Il rogo a Masseria Abbate

Vasto incendio nella 'Masseria Abbate' a Santa Maria la Fossa: 10 ettari di grano completamente distrutti nel rogo.

Poco dopo le 13 nel terreno confiscato al clan dei Casalesi, di proprietà di Francesco Schiavone alias 'Cicciariello', e gestito dall'associazione 'Integra Legalità in Movimento', un repentino rogo ha distrutto circa 10 dei 15 ettari complessivi di cui il sito si compone e che si trova a pochi passi dal centro abitato fossataro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'allarme è stato lanciato da uno dei 'coloni' che gestisce il terreno confiscato ed immediato è stato l'intervento dei vigili del fuoco di Caserta che con l'ausilio di un'autopompa ed un automezzo boschivo proveniente dal comando provinciale casertano hanno domato il rogo. Nell'area interessata dall'incendio sono intervenuti gli agenti del comando della polizia municipale di Santa Maria la Fossa che cercano di far luce sulla vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento