Truffa milionaria, 17 indagati. Perquisite due aziende casertane

I finanzieri convinti di aver 'incastrato' anche i clienti: dalle intercettazioni emerge che gli acquirenti fossero a conoscenza delle società fittizie

La Guardia di Finanza ha effettuato 14 perquisizioni in aziende ed uffici

Sono 17 complessivamente le persone indagate nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza di Napoli denominata 'La Maschera di Ferro' che ha permesso di fermare ed identificare un 60enne regista della truffa delle società cartiere che riuscivano ad evadere il pagamento dell'Iva ed ha sequestrare oltre quattro milioni di euro.

I finanzieri, nel corso della mattinata, hanno anche effettuato 14 perquisizioni: nel mirino anche due grosse aziende di San Marco Evangelista e Portico di Caserta (insieme ad altre due ditte nelle province di Napoli e Salerno) che erano i maggiori clienti del 60enne.

E qui sta l'altra novità importante che emerge dall'inchiesta: questa volta i finanzieri sono convinti di aver trovato le prove che i clienti della società principale fossero al corrente della truffa. Lo dimostrerebbero le intercettazioni nelle quali gli imprenditori chiedevano uno sconto sul prezzo dell'acquisto proprio puntando sul fatto che la "ditta principale" non avrebbe pagato l'Iva. In un caso, c'è addirittura la telefonata per chiedere quando "sarebbero tornati in pista" visto che l'imprenditore doveva effettuare degli acquisti e che aveva bisogno di prezzi 'calmierati'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine, avviata nel marzo 2018 e chiusa in pochi mesi, potrebbe però adesso allagarsi. In particolare si stanno effettuando accertamenti sulla documentazione contabile in possesso del 60enne fermato ad Aversa per capire come gestiva i soldi che riusciva a nascondere allo Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

  • La moglie di Enzo morto per Covid a 41 anni: “A 3 mesi io ed i miei figli ancora senza tamponi”

Torna su
CasertaNews è in caricamento