Imprenditore si ribella alla rapina, picchia i ladri e scappa

L'incredibile aggressione raccontata a CasertaNews

“Mi avevano bloccato ogni via di fuga, quindi sono sceso dall’auto e li ho stesi”. È una vicenda incredibile quella che ha visto protagonista nel pomeriggio A.G., imprenditore casertano nel settore del noleggio auto, vittima di un tentativo di rapina mentre era nella sua vettura sulla strada tra Maddaloni e Acerra.

L’imprenditore poco prima delle 15 è stato avvicinato da un primo automobilista, che lo ha fatto accostare per chiedere informazioni. Trovatosi già bloccato da un lato, la vittima si è vista poi raggiungere dal secondo complice, che dall’altro lato lo ha minacciato con una pistola intimandogli di scendere dalla sua Range Rover.

“Mi sono accorto subito che la pistola era finta, così sono sceso e li ho affrontati – racconta a Casertanews l’imprenditore – Dopo averli messi ‘ko’ sono scappato rapidamente dalla zona”. I due aggressori, entrambi poco più che 30enni, avevano messo nel mirino la loro vittima designata, notando come fosse solo nell’auto molto costosa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Erano nel cerchio magico di Zagaria". L'accusa devastante per i 2 imprenditori

  • Cronaca

    L’ultima telefonata prima dell’arresto: “Vieni al bar, sto qua”. Ma scatta il blitz dei carabinieri

  • Attualità

    Morti dopo la fuga, il sindacato: "I poliziotti vanno gratificati"

  • Cronaca

    Litiga con l'amico e lo picchia nel bar: l'aggressione ripresa dalle telecamere

I più letti della settimana

  • Sacerdote casertano ‘espulso’ da Papa Francesco

  • E' morto Michele "Spaghetto"

  • Va a letto con la cugina della moglie, poi la perseguita e finisce a processo

  • Strage sulla Telesina: 4 morti. Inseguiti dopo la segnalazione di un furto

  • LE INTERCETTAZIONI Sesso in Comune per il condono: "Vieni così dopo ..."

  • Droga ai ragazzini delle Medie, arrestato figlio di un noto professionista

Torna su
CasertaNews è in caricamento