Il carabiniere Casertano ferito: "Non ricordo nulla"

Il premier Conte in visita al militare: "L'ho trovato in buone condizioni"

Il luogo della tragedia ed il premier Conte al suo arrivo in Ospedale

"Scusate non ricordo nulla, sono provato". Queste le parole del carabiniere 23enne Pasquale Casertano, di Caserta, rimasto ferito nel conflitto a fuoco, avvenuto a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, in cui è rimasto ucciso il maresciallo Vincenzo Di Gennaro.

A fargli visita anche il premier Giuseppe Conte, già in Puglia per alcune visite istituzionali. Il presidente del Consiglio dei Ministri si è recato nell’ospedale "Casa Sollievo della Sofferenza" di San Giovanni Rotondo dove è ricoverato il carabiniere Casertano, ferito questa mattina al fianco e al braccio. Conte ha incontrato il militare e la sua famiglia in una visita riservata del nosocomio.

"L'ho trovato in buone condizioni. È fuori pericolo, si trova in una struttura di eccellenza - ha detto il premier Giuseppe Conte dopo la visita al carabiniere - Fortunatamente - ha aggiunto - sarà affidato alle cure professionali di chi ha molta sensibilità umana perché li conosco personalmente essendo cresciuto a San Giovanni Rotondo. Riuscirà a recuperare prontamente. Per come si sono svolti i fatti siamo davvero molto lieti di avergli potuto parlare e l’ho trovato in discrete condizioni".

Prima di giungere a San Giovanni Rotondo, Conte si è recato all’obitorio di Foggia dove si trova la salma del maresciallo Di Gennaro. Con lui il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

In seguito al conflitto a fuoco è stato arrestato Giuseppe Papantuono, di 66 anni. L'uomo quando i militari gli hanno intimato l'alt ha estratto una pistola e fatto fuoco, ferendo Casertano ed uccidendo il collega. Secondo alcune indiscrezioni riportate da AdnKronos, Papantuono sarebbe stato oggetto nei giorni scorsi di una perquisizione nel corso della quale i carabinieri lo avrebbero trovato in possesso di droga. Non si esclude una ritorsione come movente dell'azione omicida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento