Un kg di hashish in auto, sentenza "a sorpresa" per una donna

Il marito era stato condannato a 3 anni con rito abbreviato

La sentenza pronunciata dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Assoluzione. E' stata questa la sentenza pronunciata stamattina dai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Shauni Solimando, la 24enne di San Nicola la Strada, accusata di spaccio di sostanze stupefacenti.

La terza sezione collegiale, presieduta dal giudice Crisci, ha accolto le tesi del difensore della donna Giuseppe Foglia che ha sostenuto la mancata connivenza della 24enne nel reato, attribuibile, quindi, solo al marito Giuseppe Papaianni, condannato con abbreviato a 3 anni. 

Il pm Condello aveva invocato per Solimando ben 4 anni di reclusione. I due vennero fermati lo scorso mese di febbraio con un kg di hashish in auto, nascosti sotto al sedile lato guida, oltre a 760 euro in banconote di vario taglio, ritenute dagli inquirenti provento dell'attività illecita. Attività che, però, sarebbe da attribuire al solo marito con la donna che è stata completamente scagionata. 

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

  • Un generale dei carabinieri nel Comune guidato dal commissario

Torna su
CasertaNews è in caricamento