Pugno in faccia dopo una lite su Facebook, si chiude il processo

La vittima è il gestore di una nota pagina sul social network

L'ex consigliere comunale di Castel Volturno Giuseppe Gravante

Il Giudice Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha definitivamente prosciolto l’imprenditore edile ed ex consigliere comunale di Castel Volturno, Giuseppe Gravante, 56 anni. Accolte in pieno le richieste dei suoi difensori l'avvocato Raffaele Crisileo e l'avvocato Gaetano Crisileo.

I fatti risalgono a quattro anni fa, quando secondo l’ accusa, l’imprenditore Gravante avrebbe colpito con un pugno al volto un suoi concittadino Antonio Carangio, procurandogli delle lesioni al volto. Il processo nacque a seguito della querela della persona offesa che aveva denunziato ai Carabinieri del posto l’avvenuta aggressione, allegando anche una certificazione medica ospedaliera.

Nel corso dell’attività di indagine i Carabinieri della Stazione di Castel Volturno , sentirono anche vari testimoni per ricostruire quanto accaduto tra l’ex consigliere comunale castellano e Carangio nel dicembre del 2013. Secondo la querela sporta dal Carangio, le motivazioni alla base dell’ipotetica aggressione sarebbero riconducibili a dei commenti lasciati sulla pagina del sito web dallo stesso creato su facebook e denominato “Movimento per un centro destra civico a Castel Volturno.”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Muore ragazzino di 12 anni dopo essere stato investito in bici

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento