Dirigenti fannulloni, il Pd rompe il 'silenzio elettorale' ed attacca il sindaco

Golia contro De Cristofaro: "Invece di dimettersi vuole apparire come vittima"

Il consigliere comunale del Pd Alfonso Golia

“Il sindaco Enrico De Cristofaro dovrebbe smetterla di accusare dirigenti e dipendenti comunali, queste accuse non sono più tollerabili”. A dichiararlo è il consigliere del Partito Democratico di Aversa Alfonso Golia che così dunque rompe il 'silenzio elettorale' in cui era sembrato caduto il partito in questi giorni.

“Mi rifiuto di credere che Un’intera macchina amministrativa, complessa come quella del comune di Aversa, sia formata da una massa di fannulloni”. Continua il Dem: “Sembra chiaro il tentativo di giustificare i propri insuccessi politici, l’incapacità di programmare e di gestire l’attività amministrativa attraverso un indecoroso scaricabarile a danno dell’immagine e dell’operato di dirigenti e dipendenti. Non si può fare di tutta l’erba un fascio; se esistono singoli casi di inefficienza ed inefficacia vanno monitorati e perseguiti senza inutili proclami giornalistici che hanno il solo effetto di inasprire i rapporti tra politica e amministrazione, rischiando di paralizzare ulteriormente l’azione amministrativa. Mi pare  evidente che il primo cittadino non sia in grado di governare e anziché dimettersi vuole apparire come vittima di inefficienze altrui”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

Torna su
CasertaNews è in caricamento