Detenuto trovato morto in carcere

Pontillo era stato condannato a 20 anni per l'inchiesta Unrra-Casas sullo spaccio per il clan Belforte

Pontillo è stato trovato morto nella sua cella del carcere di Secondigliano

È stato trovato morto nella sua cella del carcere di Napoli-Secondigliano Giovanni Pontillo, 59enne di Capodrise condannato a 20 anni di carcere nel processo con rito abbreviato dell’inchiesta Unrra-Casas sullo spaccio di droga tra Marcianise, Capodrise e i comuni dell’hinterland.

Pontillo è stato trovato privo di vita nella sua cella, immediatamente è scattato l’allarme con l’arrivo dei soccorsi, quando ormai era già troppo tardi. Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Napoli ha disposto l’autopsia sulla salma di Pontillo, ritenuto dalla Dda uno dei promotori del gruppo di spacciatori condannati poche settimane fa.

La salma è stata stata trasferita all’istituto di medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli in attesa dell’autopsia e della successiva riconsegna ai familiari per lo svolgimento delle esequie.

Sulla vicenda Casertanews che contattato l'avvocato Giuseppe Foglia che seguiva Pontillo per le vicenda giudiziarie. "Stiamo cercando di definire ancora i contorni della vicenda, attendiamo l'esito delle indagini che saranno effettuate per capire i motivi del decesso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Pistola in faccia ad imprenditore per rapina, i ladri cadono durante la fuga

Torna su
CasertaNews è in caricamento